» SALUTE STYLE si rinnova
 

SALUTE STYLE si rinnova

Nuove sezioni in sinergia con le maggiori case produttrici nazionali e internazionali ed esperti di settore per consigliare prodotti della Farmacia in ogni periodo dell'anno. 
 
 
 

In evidenza

 
24 maggio 2017

Vaccini e vaccinazioni – Il punto dell’Istituto Superiore di Sanità

In relazione alle considerazioni espresse nell’editoriale apparso sul Corriere della Sera a firma del giudice emerito della corte Costituzionale Sabino Cassese che sottolinea il ruolo di tutela della salute pubblica affidato al nostro Istituto si ritiene doveroso intervenire con alcune indicazioni sulla base di evidenze scientifiche alla vigilia della discussione sulla proposta di legge per reintrodurre l’obbligo della presentazione del certificato vaccinale per l’iscrizione agli istituti scolastici.

 

Vaccini e vaccinazioni – Il punto dell’Istituto Superiore di Sanità
 
22 maggio 2017

CNBS: «Amazon pronta a lanciarsi nel mercato dei farmaci»

Secondo quanto riportato dall’emittente CNBC, Amazon si appresterebbe a lanciarsi nel mercato della vendita di farmaci: «Creato già un team ad hoc».

CNBS: «Amazon pronta a lanciarsi nel mercato dei farmaci»
 
22 maggio 2017

FARMACI SENZA OBBLIGO DI PRESCRIZIONE: possono essere pubblicizzati

Questa Federazione informa che il Consiglio di Stato Sezione Terza si è recentemente pronunciato con la Sentenza  n. 2217 del 12 maggio 2017, sul tema della pubblicità dei farmaci SOP.

 

FARMACI SENZA OBBLIGO DI PRESCRIZIONE: possono essere pubblicizzati
 
22 maggio 2017

Pay back 2013. Aifa: vanno restituite alle farmacie le somme corrisposte nel 2015

Lo scorso 4 maggio, il direttore generale dell'Aifa, Mario Melazzini, ha incontrato la presidente di Federfarma, Annarosa Racca, per fare il punto sullo sfondamento della spesa farmaceutica territoriale 2013, indebitamente imputato alle farmacie da una determina dell'Aifa dell'ottobre 2014, con cui l'Agenzia dettava le modalità del "payback" per lo sfondamento dell'anno prima. Ieri, l'Agenzia italiana del farmaco ha diffuso un comunicato in cui rende noto che vanno restituite alle farmacie le somme corrisposte nel 2015 con una maggiorazione di un decimo di punto sullo sconto dello 0,64% per ripianare lo sfondamento della spesa farmaceutica territoriale risalente a due anni prima.

CNBS: «Amazon pronta a lanciarsi nel mercato dei farmaci»